Menu sport


Non sono bastati 40 minuti regolamentari, e nemmeno un supplementare, per decretare il vincitore di questa entusiasmante finale U18 élite: solo dopo 50 minuti Ellera ha la meglio su una UBS Foligno che, sfavorita nei pronostici e fuori casa, gioca una delle sue migliori partite per intensità e concentrazione, dando fondo a tutte le proprie energie. Certo il rammarico è grande, soprattutto se si pensa che in due occasioni, allo scadere dell’ultimo quarto e del primo overtime, i falchetti hanno avuto l’ultimo tiro per vincere, in situazione di perfetta parità, ma va riconosciuto ai ragazzi l’onore delle armi, per aver dato tutto e lottato fino alla fine.

Venendo alla cronaca della partita, l’inizio è davvero contratto e da ambo le parti si segna poco o niente. Le difese sono compatte e attente e bisogna aspettare qualche minuto perché gli attacchi comincino ad ingranare. Il primo affondo è di Ellera che, con Brunelli e Biancalana, riesce a guadagnarsi svariati giri in lunetta con le sue accelerazioni in transizione, punendo qualche rientro pigro dei nostri. Il primo quarto termina 23-17 per i padroni di casa ma nel secondo periodo arriva veemente la reazione dei falchetti che con due triple di Silvestri prima e 10 punti consecutivi di Berazzi poi, piazzano il contro break e ricuciono lo strappo andando negli spogliatoi sul punteggio di 40 pari.

Il terzo quarto è di marca folignate: dopo un paio di minuti interlocutori i nostri trovano il giusto equilibrio in difesa, chiudendo le penetrazioni senza commettere fallo e controllando efficacemente il rimbalzo. In attacco la palla circola e tutti si fanno trovare pronti, Cicio, Pambuffetti e anche Tosti, che sigla il canestro del +8 a fine terzo periodo.

L’ultimo quarto sembra sorridere ai nostri che ancora con Tosti vanno a segno dalla lunga ma da lì qualcosa si inceppa: la zona orchestrata da coach Mancia impedisce ai nostri di attaccare il ferro e punto dopo punto si rifanno sotto, di nuovo con Brunelli e Salvatori, che sospinti da un pubblico rumorosissimo agguantano il pareggio a quota 62. Come detto purtroppo i tentativi da 3 punti di Silvestri e Berazzi allo scadere non vanno a segno e tutto è rimandato al primo supplementare.

Nei primi 5 minuti la via del canestro è chiusa per entrambe le squadre. Nessuno ci sta a mollare ma è ancora una volta l’UBS a prendere il primo vantaggio, con Sugar Dolci, che riesce a insinuarsi nella zona avversaria seguito poco dopo da Silvestri. Ellera però risponde e con due tiri liberi impatta. Ancora un tiro per vincere a fil di sirena, stavolta con Guerrini, che dalla media però trova solo il ferro in arresto e tiro.

Nel secondo e ultimo supplementare si decide il match: i biancoazzurri contro la zona, non trovano alternative al tiro da tre punti, ma le energie scarseggiano e le percentuali non sorridono ai falchetti. D’altro canto Ellera riesce ad andare a segno scavando un piccolo break che i nostri, pur lottando, non riescono più a recuperare. Finisce 78-70, una finale da ricordare nonostante tutto, che lascia inevitabilmente un po’ d’amaro in bocca ma che sicuramente può insegnarci tanto e arricchire la nostra esperienza, di certo senza farci perdere fiducia per il futuro.

UBS Foligno – Ellera: 70-78 dts (17-23; 23-17; 16-8; 6-14; 4-4; 4-12)

UBS: Moriconi, Tosti 8, Berazzi 20, Silvestri 16, Cecconi 1, Guerrini 5, Pambuffetti 8, Dolci 2, Cicio 5, Brunori 5, Tardioli. All. Olivieri, ass. Mariotti.

Ellera: Berligi 10, Conti 2, Bottini, Girolmoni, Biancalana 15, Cristiano, Brunelli 28, Tacconi, Salvatori 21, Galigani, Graziano, D’Andrea 2. All. Mancia, ass. Capponi.

LA SEMIFINALE – Ci mette tre quarti l’under18 per ingranare ma alla fine cambia marcia e nel quarto periodo piazza il parziale decisivo che le permette di superare un’ostica Ponte Vecchio, e accedere alla finale della fase élite, valevole per l’ammissione allo spareggio interregionale. Complice forse un po’ di tensione Berazzi e soci fanno una gran fatica ad entrare in partita e su entrambi i lati del campo sembrano mancare dell’energia e di quel pizzico di lucidità necessarie, per conquistare l’inerzia del match. Ponte ne approfitta e conduce la gara andando fino a +10 nel secondo quarto. Coach Olivieri cerca nel pressing uno strumento per dare la sveglia ai ragazzi e in qualche modo sembra funzionare, con i falchetti che limitano i danni e vanno negli spogliatoi sotto di 5. Il terzo quarto è ancora equilibrato, entrambe le compagini alternano difese a uomo e a zona ma gradualmente i falchetti sembrano trovare conclusioni più pulite e in chiusura di terzo periodo arrivano a contatto. Nell’ultima frazione come detto i biancoazzurri salgono di colpi e registrano la difesa, l’intensità per cinque minuti è quella giusta e i ponteggiani non hanno le energie per rispondere. Il break viene scavato in contropiede con un paio di conclusioni di Berazzi che, ben servito da Silvestri, va a segno in campo aperto.

 

 

Schermata-2017-04-28-alle-10.43.37


Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor