Menu sport


Quando si vincono partite così è perché si ha grinta, temperamento e qualità. Nel match clou della terza giornata di Serie C1, il Foligno Calcio a 5 ha sbancato il PalaPapini di Orvieto (4-3), contro i bianco-rossi, tra le formazioni più ostiche e attrezzate del campionato. Una gara quanto mai maschia, tirata, anche fallosa, visti i tre tiri liberi totali e un rigore assegnato (senza dimenticare anche le due espulsioni, una per parte, con i Falchi che nella prossima gara non avranno Krasniqi). È stata una vera battaglia, contro una grande squadra, vinta davvero all’ultimo tuffo anche con un pizzico di fortuna: a pochi secondi dalla fine Manolo Sorbelli tiene palla, viene raddoppiato, scarica a Desantis che tira forte in mezzo in diagonale a mezz’altezza, con la palla che però appare destinata fuori; Trapasso arriva tagliando dalla parte opposta e di petto incrocia dentro la porta di Delli Poggi. Esplode la gioia folignate: nemmeno il tempo di rimettere palla al centro che l’arbitro ha mandato tutti negli spogliatoi. Insomma, tre punti preziosissimi ottenuti proprio al fotofinish. Un finale di gara, gli ultimi 5’ più recupero, in cui è successo davvero di tutto, ma anche nella parte precedente c’era stato da divertirsi e da soffrire allo stesso tempo.

Foligno che aveva iniziato molto bene, fallendo anche varie occasioni da rete, ma che si è fatto sorprendere dai padroni di casa su un errato disimpegno. A impattare la situazione di ha pensato Sorbelli (a cui era anche stato annullato un gol) con un tiro libero. Primo tempo concluso sull’ 1-1. Di fatto l’ Orvieto, oltre al gol, è stato pericoloso solo un’altra volta. Il resto è monologo folignate: almeno 4-5 chances clamorose per segnare, ma non concretizzate e ben neutralizzate dal portiere di casa.

Ripresa che vede i padroni di casa portarsi in vantaggio con Ciambottini su una brutta palla persa dai Falchetti, ancora puniti a ogni minimo errore. C’è da dire però che il quintetto ha reagito bene al 2-1 provando a tenere in mano il pallino del gioco per il resto dell’incontro. Tuttavia i ragazzi di Bevilacqua fino a 5’ dalla fine arrivano sotto e devono ringraziare anche il portiere Menichelli, decisivo a neutralizzare un calcio di rigore orvietano: una grandissima parata. Poteva essere il colpo del ko, ma la fortuna aiuta gli audaci: Eddy Giardini con una malefica puntata infila il portiere locale sotto le gambe e realizza il 2-2 al termine di una bella azione corale; gol bissato nel recupero dal gol del sorpasso segnato in diagonale su una palla ribattuta. Sono minuti, anzi secondi intensi: qualche parapiglia e due espulsioni. Sorbelli ha tra i piedi il tiro libero del 2-4, ma lo sbaglia. Sul capovolgimento di fronte stavolta il tiro libero è a favore dell’Orvieto: Menichelli ribatte, ma sul tap-in arriva il 3-3 con i bianco-celesti-neri troppo fermi. Il match sembra indirizzato verso il pareggio, ma nel finale il gollonzo di Trapasso manda in estasi i Falchi, sabato prossimo attesi da un’altra trasferta difficilissima, a Orte.

FOLIGNO C5: Menichelli, Raspa, Proietti, Trapasso, Sorbelli, Giardini, Porti, Krasniqi, Desantis, Lucidi, Crescimbeni, Carlopio, Carbonari. All.: Bevilacqua.

mocio


Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor