Menu sport


ROBERTO MATTIA – Una vera folla, sicuramente più di mille persone, ha dato un caloroso abbraccio al Città di Foligno che si è presentato. La location è stata di quelle importanti, il Campo de li Giochi in via Nazario Sauro, la vecchia casa calcistica del Foligno, la sede della giostra della Quintana. Un luogo di passione e si è visto: cori, fumogeni, entusiasmo per la nuova squadra che si appresta a giocare il campionato di Serie D. Il Falco riparte spinto da tanta gente, proprio quello di cui aveva bisogno.
LA SERATA – Prima di tutto a sfilare sono state le giovanili del Città di Foligno e delle altre squadre del progetto: Fulginium, C4 e Sant’Eraclio. Una vera festa di bambini e ragazzini desiderosi di diventare calciatori veri e di farlo nella loro città in primis («Sono il presente e il futuro del Foligno» ha detto Damaschi). Poi la presentazione delle nuove maglie (foto sotto, fonte Città di Foligno 1928): blu con righe orizzontali bianche la principale; bianca con striscia orizzontale blu la seconda; nera con strisce orizzontali bianche la terza; per la maglia del portiere le varietà cromatiche sono verde, grigio e arancio. Quindi, via via, spazio a tutti i giocatori della rosa e allo staff fino al tecnico Federico Giunti («Siamo rimasti a bocca aperta per l’accoglienza, ora tocca a noi» ha detto a margine). A fare gli onori di casa Roberto Damaschi, il presidente, che ha ringraziato gli sponsor, la vecchia società («con tanti sacrifici sono arrivati quasi alla Serie B») e naturalmente «l’Ente Giostra per l’ospitalità. Di sicuro, se potessi – ha continuato-, tornerei a far giocare il Foligno proprio nello stadio di Porta Romana, il luogo della passione folignate per eccellenza. Ringrazio i tifosi: vedo un clima diverso che andrà coltivato da ambo le parti. Per far andare bene la squadra ci vuole il seguito e per avere il seguito la squadra deve andare bene. Serve una simbiosi completa. L’obiettivo è quello di combattere ogni domenica: i ragazzi devono dare sempre il 110%». Spazio anche per la Fulginium, la seconda squadra calcistica della città, e per il Città di Foligno 1928 Futsal, la squadra di calcio a 5 (in odore di ammissione in C2) nata nel progetto polisportivo avviato dal dg Pandalone insieme a Simone Ortenzi.
GLI OSPITI – Ai “nuovi” il testimone è stato lasciato dalle “vecchie glorie”, che hanno sfilato sul campo del vecchio stadio di Porta Romana: Giulio Bromuri, Adolfo “Foffo” Mariani, Mimmi Mazzetti, Flavio Possanzini, Giuseppe Cecchetto, Benito Luci, Angelo Properzi, Giuseppe e Paolo Lilli, Luca Falanga, Giovanni Volpi, Marco Bonura e Vincenzo Castignani gli ospiti che hanno accettato l’invito di Alessandro Bianchini. Ricordati anche Agostino Berrettoni, ex allenatore, e Marco Guidotti, ex attaccante del Foligno recentemente scomparsi. Al termine della serata. il consigliere con delega allo sport del Comune di Foligno, Enrico Tortolini, ha portato i saluti dell’amministrazione comunale, invitando la cittadinanza «ad andare allo stadio e a sostenere la squadra». Insomma, il futuro dei giovani, il passato della location e delle vecchie glorie, il presente della nuova squadra: una serata assolutamente da ricordare, davanti a un pubblico finalmente folto e festante. Sicuramente il modo giusto per iniziare un nuovo percorso.

maglie



Gallery

20150824_213809
maglie
Che folla per l’ abbraccio al Città di Foligno !

Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

tuzla aydinli escort Tuzla escort pendik escort kartal escort porno izle sex videolar jigolo ol