Menu sport


GABRIELE GRIMALDI – Se n’era andato senza far clamore, con un semplice post su Facebook in cui annunciava ufficialmente la sua decisione ‘taggando’ uno dei migliori amici. L’amore per la città e per la sua squadra avrebbero prevalso su tutto per lui, ma la vita, a volte, porta verso strade lontane rispetto a quanto vorrebbe il cuore. Sarebbe rimasto volentieri a casa sua, la società lo aveva confermato e lui avrebbe detto certamente di sì. La sua voglia di provare una nuova esperienza all’estero è stata più forte di tutto e lo ha portato a Francoforte.

In campo aveva dato tutto nella sua unica stagione al Foligno Calcio, l’anno scorso in Promozione. Era l’autentico dodicesimo uomo in campo, il giocatore che mister Armillei inseriva a partita in corso per stravolgere l’esito delle gara, puntando sulla sua tecnica e sulla sua capacità unica di fare la giocata giusta al momento giusto. Il più delle volte c’è riuscito, tanto da vincere anche il premio di miglior gol della settimana con una perla magistrale segnata al Montefranco davanti al pubblico del Blasone. Ieri era un giocatore del Foligno Calcio, oggi gioca in Germania, con la maglia del FV Bad Vilbel. Il suo amore per i colori biancoazzurri, tuttavia, non è cambiato.

Klisman Toma ha raccontato la sua nuova esperienza in terra teutonica in esclusiva per Folignosport:

Ciao Klisman, siamo felici di parlare con te. Come mai hai scelto di lasciare Foligno e l’Italia per andare all’estero? Sto facendo un esperienza per poi tornare a Foligno con un bagaglio molto piu ampio. Sarà molto dura, ma sono consapevole che mi farà tanto bene.

Saresti rimasto al Foligno Calcio? Che obiettivo ti poni in Germania? La società mi aveva confermato, ma ho scelto di fare un esperienza in Germania per tornare poi ancora piu “attrezzato” per la causa Foligno, quando starà ancora più su di livello… spero in Serie D!

Cosa ti porti dentro della scorsa stagione in Promozione? Ringrazio tutti per l’annata, compagni e staff. E’ stata una stagione indelebile perchè la squadra della mia città e i compagni sono stati praticamente amici anche fuori dal campo.

Come va con il tedesco? Ci sto provando, è molto difficile…

Ti sei ambientato nella nuova realtà in cui vivi? Si, i compagni mi hanno accolto bene. Qua c’e una cultura completamente diversa dall’italia: ogni ragazzo che arriva saluta sempre tutti dandogli la mano, anche quando va via.

Tu giochi nella Hessenliga (una specie della nostra Eccellenza): che campionato è? Come funziona?  La serie dopo l’Hessenliga è calcio già professionistico. Anche qua ci sono partite di andata e ritorno, ma è diverso: per esempio fai la prima giornata con una squadra e il ritorno sempre con quella squadra, ma puoi rincontrarla dopo 3 settimane. Funziona un po’ come la Bundesliga.

Quali differenze ci sono con i tornei umbri in cui hai giocato in carriera? I ritmi, devo dire la verità, sono molto superiori a quelli in italia. Dal punto di vista della qualità siamo lì. L’organizzazione è super: ogni squadra ha minimo 3 campi. Noi ne abbiamo due in erba e uno in sintetico. Qua Dicembre c’e la pausa di 1 mese circa, ma abbiamo iniziato prima e siamo già alla 7° giornata. Giochiamo il venerdi sera, ma anche di sabato, domenica, lunedi…insomma, un po’ tutti i giorni.

Hai già esordito con la nuova squadra? Il campionato è iniziato da sei giornate, ma ho ricevuto il transfert per giocare solo 2 settimane fa, perchè ci vuole 1 mese e mezzo. Ho dovuto aspettare, soltanto ora sto prendendo il via… Perciò ho giocato solo 5 minuti.
In che rapporti sei rimasto con il Foligno Calcio? Ho parlato sia con Feliciotti che Cuccagna. Mi hanno rassenerato dicendomi che Foligno era casa mia. Erano dispiaciuti perchè comunque era un progetto a lungo andare, ma sono sicuro che tornerò per affrontare campionati piu difficili. Gli ho fatto un grosso in bocca al lupo e loro lo hanno fatto a me.

Senti la mancanza della squadra e della città? Mi manca la mia famiglia. Del Foligno Calcio sento la mancanza dei miei compagni in primis…e poi il sentirmi a casa: gioco a Corvia da quando avevo 8 anni!

Qualcuno è rimasto scontento del fatto che molti dei protagonisti della stagione in Promozione non ci sono più. Tu che idea ti sei fatto? L’anno scorso ha fatto la differenza il gruppo. La società lo sa e per questo aveva provato quest’anno a mantenere intatto il gruppo. Da una parte ci è riuscita, dall’altra purtroppo con l’orario dell’allenamento non ce l’ha fatta. Ci sta, fa parte del calcio.

Da un Toma ad un altro: Daniele è approdato in Prima Squadra durante l’estate. Che consigli gli dai? E’ mio cugino di primo grado. Ha giocato con la Ternana in prestito, quest’anno gli servirà per capire con funziona il calcio dei grandi.

Domanda da un milione di euro: secondo te i falchi conquisteranno l’Eccellenza? Sono sicuro che il Foligno non avrà problemi a vincere il campionato!
Vuoi salutare qualcuno in particolare? Voglio ringraziare tutti, i tifosi ci hanno fatto sentire sempre come se giocassimo in casa sostenendoci anche nelle zone piu lontane. Spero che tanti folignati tornino allo stadio perché la nuova società lo merita, i ragazzi lo meritano e lo staff pure. Spero che questo sia un arrivederci. Auguro un grosso in bocca al lupo alla società per quest’annata. E tanto merito va ai ragazzi della Nuova Fulginium che hanno reso possibile tutto ciò due anni fa insieme a mister Cristiano Silveri. Ho la Fulginium sempre nel mio cuore. Ringrazio la mia famiglia che mi sostiene sempre nelle mie scelte ed è la forza in più per andare avanti!
Si ringrazia Klisman Toma della disponibilità, augurandogli il meglio per la stagione sportiva con la maglia del FV Bad Vilbel.

 

 

40168632_2114787562173892_9216364200710897664_n


Gallery

40235635_269522573883333_8893186337096597504_n
40168632_2114787562173892_9216364200710897664_n

Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor