Menu sport


GABRIELE GRIMALDI – Anno nuovo, Foligno Calcio…vecchio. La capolista del campionato di Promozione comincia il suo 2018 come aveva finito il 2017: vincendo, anzi stravincendo. L’armata di mister Armillei, protagonista di un bell’abbraccio davanti ai fotografi insieme all’allenatore avversario Buzziccotti poco prima del fischio d’inizio del match, si è sbarazzata del malcapitato Giove segnando 4 gol, tutti nel secondo tempo.

Il Foligno, che presenta le novità Acciarresi (al posto di Baldoni non al meglio) e Biviglia (schierato dal 1′ dopo quasi tre mesi) parte subito all’arrembaggio e già dopo 10 secondi Gjinaj arriva a fondo campo e crossa in mezzo, ma il suo servizio è impreciso e termina fuori. I falchi continuano nella loro pressione offensiva costante agli avversari e al 10’ sviluppano sfiorano il vantaggio: cross dalla sinistra di Cavitolo, un difensore Giove devia in tuffo, la palla arriva ad Agostini che lascia partire un bel tiro al volo su cui Santini deve intervenire distendendosi in corner. Foligno ancora pericoloso al 16’ quando Acciarresi anticipa un attaccante avversario sulla linea di metà campo e serve di esterno destro un bel filtrante per Gjinaj che segna col piattone, ma l’arbitro ferma tutto su segnalazione del guardalinee per offside. I padroni di casa insistono e al 18’, dopo un’altra bella azione, la palla arriva ad Agostini che da destra crossa sul secondo palo e trova la capocciata di Gjinaj, ma ancora una volta Santini è bravissimo a salvare in calcio d’angolo. La Curva del Foligno comincia a scaldarsi e ad intonare i primi cori per i propri beniamini. Al 24’ episodio da moviola in area del Giove con Fantauzzi che tocca con la mano, ma né l’arbitro né il guardalinee vedono e la partita prosegue tra le proteste dei falchi e dei tifosi. Minuto 26, Ziarelli va via sulla destra e mette dentro un cross pericoloso su cui non arriva nessun compagno, ma che comunque costringe Santini a smanacciare fuori in tuffo. Il Foligno cala di intensità e di ritmo, non riesce più a creare nulla e commette diversi errore di impostazione, anche a causa della buona partita tutta difensiva del Giove, interamente ripiegato nella propria metà campo. Nemmeno lo scambio di posizione Cavitolo-Cascianelli deciso da Armillei sul finire del primo tempo cambia le sorti della sfida. L’ultima emozione dei primi 45’ la propone il Giove con Gentili che approfitta di un errore difensivo dei falchi per involarsi a rete, ma Petterini è bravissimo a salvare in scivolata prima della sua conclusione a rete. Arriva il duplice fischio del signor Cravotta.

Il Giove comincia bene il suo secondo tempo, provando a creare qualche presupposto offensivo, ma non ha fatto i conti con la classe dei giocatori del Foligno. Al 3’, infatti, sono i falchi a sbloccare il match grazie ad una perla di uno dei ragazzi più talentuosi: Nicola Cascianelli. Il numero 11 si inventa un autentico capolavoro lasciando partire una conclusione dalla destra tutta potenza e precisione su cui Santini non può fare davvero nulla. I falchi prendono coraggio e sfruttano gli spazi che lascia il Giove. Passano altri tre giri di orologio e difatti arriva il raddoppio del Foligno: bella azione in velocità tutta di prima Petterini-Agostini a pescare in mezzo Cavitolo che la piazza a botta sicura. Al 9’ Braccalenti si inserisce centralmente in area e sfiora il 3-0 con uno ‘scavetto’ salvato ancora da Santini. Il Foligno crea occasioni a grappolo e all’11’ Cavitolo se ne va da solo e per poco non sigla la sua doppietta personale. Il terzo gol arriva comunque al 16’ con Braccalenti: Gjinaj ispira Cavitolo che parte sulla linea del fuorigioco, il fantasista si ritrova a tu per tu col portiere e serve il bomber che mette dentro per il più facile dei tap in. Il Giove non c’è più e il Foligno cala il poker al 26’ con Gjinaj in mezza sforbiciata su delizioso assist di Cavitolo. Minuto 28, arriva il momento che tutto il tifo folignate aspettava con ansia: standing ovation per Iachettini che dopo un girone esatto torna in campo prendendo il posto di uno strepitoso Cavitolo. L’attaccante potrebbe addirittura segnare al 35′: Ziarelli viene atterrato in area e l’arbitro concede il penalty, Iachettini va dal dischetto ma l’emozione gli gioca un brutto scherzo e calcia alle stelle. La partita non ha più nulla da dire.

Un inizio di 2018 migliore di questo era davvero impossibile. Il Foligno Calcio sale a quota 46 punti e mantiene invariato il suo distacco (+5) sulla Ducato vittoriosa per 1-0 contro il Cascia. La sfida tra i due cannonieri Gjinaj e Braccalenti continua a suon di gol, ma la cosa più importante è che l’armata di Armillei riprende la corsa da dove l’aveva lasciata prima di Natale: con un grande poker al Blasone!

 

FOLIGNO – GIOVE 4-0

FOLIGNO: Roani, Ziarelli, Pagliarini (dal 38’st Bocciolini), Biviglia (dal 17’ st Salvucci), Petterini (dal 40’ st Bucciarelli), Acciarresi, Gjinaj, Agostini, Braccalenti, Cavitolo (dal 28’ st Iachettini), Cascianelli (dal 20’ st Toma)

A disp: Traballoni, Montanari

All: Armillei

GIOVE: Santini, Idili (dal 10’ st Ferjani), Straminelli, Leonardi, Mencarino, Pinzaglia, Colasanti (dal 38’ st Cantamessa), Bordoni, Dormi (dal 17’ st Martinelli), Gentili (dal 28’ st Bonanni), Fantauzzi (dal 17’ Paoletti)

A disp: Schiaroli, Ippoliti

All: Buzzicotti

ARBITRO: Cravotta di Città ci Castello

MARCATORI: Cascianeli (F) al 3’ st, Cavitolo (F) al 6’ st, Braccalenti (F) al 16’ st, Gjinaj (F) al 26′ st

NOTE: spettatori: 200 ; Rigore calciato alto da Iachettini (F) al 35’ st; ammoniti: Cavitolo (F); recuperi: 1’ e 0’

IMG_0870


Gallery

IMG_0873
IMG_0872
IMG_0870

Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor