Menu sport


GABRIELE GRIMALDI – 1, 2, 3, 4, 5. E poi 6, 7, 8, 9, 10, 20, 30 ed anche 31. No, non sono numeri a caso nè cifre prive di senso. Per uno come lui, che vive quotidianamente per il gol, hanno un significato enorme.

Il 20 Giugno 2017 approdava al Foligno annunciando via Facebook la sua decisione di lasciare la Ducato dopo un triennio da 59 marcature totali. L’offerta di Cuccagna e Feliciotti ed il progetto dei falchi lo convinsero a dire sì alla squadra della sua città. Il destino beffardo ha voluto che proprio Foligno e Ducato si contendessero la Promozione regionale nella scorsa stagione, in una lotta in campo e fuori che ha appassionato tanti addetti ai lavori. Lui, alla fine, ha avuto ampiamente la meglio, non solo segnando i famigerati 31 gol, ma anche vincendo il titolo, conquistando l’accesso diretto all’Eccellenza e sopratutto… la Scarpa d’Oro.

Il premio messo in palio ogni anno dal Corriere dell’Umbria nell’ambito dell’iniziativa che premia i migliori sportivi della regione ‘Vota il Campione’ è stato consegnato al bomber del Foligno Calcio Emiliano Gjinaj. La serata di premiazione si è svolta martedi 11 Settembre presso il Quasar Village di Perugia, davanti ad un pubblico gremito.

E la redazione di Folignosport si è fatta raccontare direttamente dal protagonista assoluto in maglia biancoazzurra della scorsa annata di Promozione tutta la gioia per la vittoria di questo ambito premio personale.

Ciao Emiliano e complimenti! Che serata è stata per te quella del Quasar? Cosa hai provato quando hai ricevuto il premio?

È stata una bella serata, sinceramente di emozioni ne ho provate tante. E’ un premio che fa piacere e ci tenevo a vincerlo, ma è anche un riconoscimento per il lavoro fatto l’anno scorso. Ne vado fiero.

Quando l hanno scorso hai firmato per il Foligno ti saresti immaginato di riuscire a vincerlo? A Folignosport puoi ammetterlo: era un tuo obiettivo?

No, non era un obiettivo. Solo con il passare del tempo ho capito di poterlo vincere e le ultime partite, a campionato vinto, la squadra mi ha aiutato nel raggiungerlo e la ringrazio.
Facciamo un piccolo quiz: quale gol è stato il più bello, tecnicamente parlando, dei 31 fatti e quale quello più importante o emozionante per te?
Dal punto di vista tecnico il gol più bello è stato il secondo con la nuova Gualdo Bastardo in casa, invece quello più importante quello con il Cascia al novantesimo su rigore: credo che lì abbiamo vinto il campionato!
L’esordio in Eccellenza per te non è stato dei migliori anche se hai già segnato in Coppa gol importanti: sabato sarà la volta buona per la prima rete in questa categoria? Che partita ti aspetti con la Pontevecchio?
Ci tengo a chiarire una cosa, io questa categoria l’ho fatta e ho già segnato, quindi non è né un esordio ne sarebbe il primo gol (al Cannara, stagione 2011-2012). L’esordio è andato bene, abbiamo guadagnato i tre punti. Sicuramente la prestazione individuale non è stata delle migliori visto che ho sbagliato il rigore e mi sono mangiato un gol a tu per tu con il portiere… devo e posso fare molto di più. La partita con la Pontevecchio sarà una partita dura come lo sono tutte in questo campionato e saranno i dettagli a fare la differenza. Noi siamo una squadra forte e andremo a ponte San Giovanni a fare la nostra partita e cercare di portare a casa i 3 punti.
Ultima domanda. Sei il giocatore delle dediche speciali per i gol: questo premio a chi lo vuoi dedicare?
Ahaha grazie per il giocatore delle dediche, questo premio non è dedicato ma è condiviso con i miei compagni di squadra dell’anno scorso e con il mister: senza di loro non sarebbe stato possibile vincerlo. La dedica invece va alla mia famiglia e alla mia ragazza che ogni domenica sono sugli spalti a tifare per me!
Si ringrazia Emiliano Gjinaj per la disponibilità.

 

41721336_2193948254009684_7510101568071401472_n


Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor