Menu sport


GABRIELE GRIMALDI – Un’altra sconfitta lo spettro dei playout che si avvicina sempre di più. La Nuova Fulginium non poteva permettersi di sbagliare con il Campitello, ma ancora una volta, dopo la ‘litigiosa’ sconfitta col Giove, esce amaramente e triste dal proprio campo sportivo casalingo. Dopo 45 minuti di grande calcio terminato in pareggio, la squadra di Corvia si è spenta e ha regalato agli avversari un gol evitabile consegnando tre punti fondamentali nella corsa salvezza alla diretta concorrente. A nulla è valsa la reazione d’orgoglio maturata dopo l’espulsione di capitan Acciarresi. Ora Silveri e i suoi si giocano il tutto per tutto nella prossima, decisiva trasferta contro l’Amerina.
La soleggiata sfida valevole per il penultimo turno di campionato si apre con un minuto di silenzio in memoria della tragica morte del ciclista Scarponi. La Nuova Fulginium parte subito a razzo e gioca a un ritmo molto alto sin dalle prime battute. La prima palla gol capita sui piedi di Brunelli all’8’, ma la sua conclusione in scivolata da pochi passi su una insidiosa punizione battuta da Di Nicola finisce alta. Al 14’ è ancora il numero 9 folignate a provarci, questa volta di testa, dopo una bella discesa sulla sinistra dello scatenato Toma (migliore dei suoi), ma ancora una volta fallisce il colpo. Passano 120 secondi, Brunelli fa un uno-due con Gentili e tira al volo da buona posizione, ma la sfera termina alta. Al 20’ Toma regala spettacolo, dribbla e calcia dalla distanza mandando la palla un soffio sopra la traversa dopo una deviazione. Sul successivo corner è Gentili a battere di testa sul secondo palo, ma colpisce fuori. La legge del calcio insegna che quando si sprecano occasioni a ripetizione gli avversari segnano alla prima opportunità: così accade. Minuto 22, punizione per il Campitello, Pagliarulo non sembra irresistibile al tiro, ma la palla rimbalza davanti a Roani e finisce in rete. La Nuova Fulginium sa che la posta in palio è troppo alta e quindi reagisce con orgoglio alla ricerca del gol del pari. Passano 3 minuti ed è Di Nicola a provarci col sinistro dopo essersi liberato bene sulla fascia destra, ma la sua conclusione non desta preoccupazione per Schiaroli. Se esiste una qualche divinità del pallone che renda giustizia dei torti subiti, questa si manifesta al minuto 27. Acciarresi lancia per Toma che, dopo aver saltato per l’ennesima volta Flavioni, mette in mezzo per Brunelli che questa volta non sbaglia e di testa fa 1-1. Il match prende fuoco e al 28’ la Nuova Fulginium potrebbe passare in vantaggio ancora con il suo centravanti, ma l’arbitro non è dello stesso avviso e annulla il gol (pallonetto sul portiere in uscita) per una dubbia spinta di Brunelli a un difensore avversario. Il Campitello reagisce con Pinzi Jacoponi che, dopo essersi liberato (forse fallosamente) di un avversario calcia al volo sfruttando il favorevole rimbalzo, ma la palla finisce alta. Al 34’ Di Nicola ha una incredibile doppia chance per segnare: prima tira direttamente da calcio d’angolo trovando la respinta di un giocatore del Campitello a pochi centimetri dalla linea di porta, poi tenta la sorte con un sinistro a giro dopo un’altra bella giocata personale sulla fascia destra, calciando di poco a lato. Le occasioni per la Nuova Fulginium non finiscono più e a 5 dal termine della prima frazione Brunelli si trasforma in uomo assist e, dopo una entusiasmante sgaloppata sulla destra, crossa in mezzo trovando Toma che controlla, si smarca e tira a botta sicura, ma Schiaroli salva il Campitello. Terminano così i primi 45 di gioco.
Nella ripresa ci si aspetta una Nuova Fulginium ancora all’attacco alla ricerca della vittoria, ma le cose non vanno secondo i piani stabiliti da Silveri. Al 5’ è il Campitello a impegnare Roani con un tiro dalla distanza di Pagliarulo. La squadra ternana organizza un buon pressing sui portatori di palla folignati e blocca ogni iniziativa della squadra giallonera, la quale si rende pericolosa soltanto quando la palla arriva sui giocatori di fascia più offensivi. L’imprecisione nell’ultimo passaggio costa caro ai ragazzi di Silveri perchè all’11’ scatenano un fatale contropiede del Campitello. Lancio dalle retrovie, disattenzione generale della difesa folignate e Pinzi Jacoponi, a tu per tu con Roani in uscita, tocca di esterno destro quanto basta per mettere in rete. Il secondo gol del Campitello è la mazzata che manda in totale blackout la Nuova Fulginium. La squadra di Corvia accumula errori su errori, sbaglia una quantità infinita di passaggi, si innervosisce e non crea più nulla. Anzi, subisce, perché al 20’ è Roani salvare i suoi con una superparata su conclusione di Bellini. Silveri cambia modulo passando al 3-4-3 ma le cose non cambiano. Serve un episodio per mutare il corso degli eventi. L’arbitro Giacometti di Gubbio, dopo un consulto con il guardalinee, espelle Acciarresi per una gomitata a un avversario. La squadra di casa si risveglia dal sonno in cui era piombata e, incredibilmente, ricomincia a giocare a calcio. Al 29’ Cotroneo lancia per Brunelli, Bigi devia in angolo e sul successivo corner è necessaria ancora una spazzata di un difensore per salvare il Campitello. Tre minuti ed è Toma a tentare la sorte su punizione tirando fuori. A 6 dalla fine Gentili e Toma danno spettacolo: azione in velocità, palla ancora ancora al numero 7 folignate che va via con un numero e crossa sul secondo palo trovando il subentrato Dibra che ci prova al volo di destro calciando a lato. Il numero 18 folignate è entrato molto bene in partita e al 43’ regala al numeroso pubblico una perla di sinistro a giro che sembrava indirizzata al gol, ma la sorte ha decisamente voltato le spalle alla Nuova Fulginium e la palla va ancora fuori di nulla. I ragazzi di Silveri stringono d’assedio il Campitello ma nei 4 minuti di recupero l’unica situazione degna di nota accade al malcapitato Cotroneo che vede rifilarsi dall’arbitro una esageratissima seconda ammonizione per proteste. Di Nicola ci riprova di punizione ma non va. Non c’è più tempo. Finisce 1-2.
L’imprecisione, la sfortuna e una prima parte di secondo tempo giocata molto male condannano ancora la Nuova Fulginium. Contro l’Amerina servirà una prova di assoluto valore per evitare i playout.

NUOVA FULGINIUM – CAMPITELLO 1-2

NUOVA FULGINIUM: Roani, Baldoni, Gentili, Salvucci, Cotroneo, Acciarresi, Toma, Riommi, Brunelli, Rosi (dal 30’ st Dibra), Di Nicola
A disp: Nizzi, Filippi Coccetta, Marani, Ciri, Donati, Peppoloni
All: Silveri
CAMPITELLO: Schiaroli, Flavioni, Petacchiola (dal 36’ st Papa Italiani), Mancini, Bigi, Cianchetta, Bellini, Pagliarulo, Pinzi Jacoponi (dal 26’ st Tamburini), Formichetti (dal 5’ st Silvestri), Carusone
A disp: Bonaventura, Fiorentino, Brunetti, Marino
All: Proietti
ARBITRO: Giacometti di Gubbio
MARCATORI: Pagliarulo (C) al 8’ pt, Brunelli (NF) al 27’ pt, Pinzi Jacoponi (C) al 11’ st
NOTE: 200 spettatori circa; ammoniti Baldoni, Nizzi (NF), Formichetti (C); espulsi: Acciarresi per gioco violento e Cotroneo per somma di ammonizioni (NF); recuperi 0’ e 4’

20170423_151508


Commenti



Editore

Associazione Anteprima

Via Nursina, 32 - 06049 Spoleto (PG)

P.IVA 02616290546

kadikoy escort bayan kadikoy escort atasehir escort maltepe escort kartal escort kurtkoy escort pendik escort izmit escort kiralik vidanjor