Menu sport


Gara combattuta, tirata e decisa solo nelle battute finali quando Matelica, che ha giocato un match di assoluto livello mostrando una decisa reazione dopo le dimissioni di coach Sonaglia, ha avuto la freddezza di mettere i canestri decisivi, mentre Foligno, priva di Rath infortunatosi nel primo quarto, ha perso qualche pallone di troppo mollando la presa solo all’ultimo giro di lancette.
Giocata davanti al pubblico delle grandi occasioni, colorato a festa e pieno di bambini e ragazzi, la gara si è giocata sul filo dell’equilibrio con entrambe le squadre molto precise in attacco dove alla fine ha prevalso una percentuale davvero alta dalla lunga distanza degli ospiti (48% da tre), unitamente ad un Tarolis che in area ha segnato sempre nelle situazione di uno contro uno.
La Lucky Wind ha fatto una buona gara, soprattutto nel primo tempo ha corso molto, segnando e sorprendendo in più di una occasione la squadra marchigiana in transizione offensiva o nei tagli rapidi di Sakinis; le percentuali dalla lunga invece non sono state il massimo, ma nonostante questo in più di una occasione ha provato a staccare gli avversari senza mai riuscirci.
L’allungo decisivo invece è stato quello della Vigor Matelica che nel quarto periodo prima è andata sul + 7, vantaggio prontamente recuperato dall’orgoglio dei falchi, e poi è scappata nuovamente con le triple di Sorci ed i canestri di Boffini. Nervosismo alle stelle nel finale quando qualche fischio arbitrale fortemente contestato dal pubblico e qualche giocata dura ha acceso gli animi: sotto di 5 ad un minuto dalla fine la Lucky Wind ha tentato la carta del fallo sistematico, senza riuscire a ricucire lo strappo ed anzi consentendo l’allungo sul +13 finale.
Dopo la gara grande rinfresco offerto a tutti i numerosi presenti, sotto le splendide coreografie create appositamente da un nutrito gruppo di appassionati, organizzati da Valentina e Marika: prima di chiudere la lunga giornata di basket, iniziata con i falcons di Antonio Savoia nel primo pomeriggio, si è consegnato il “premio Remo Ciaravaglia” che quest’anno è andato a Nicolò Mazzoli (classe 2002), considerato dallo staff il miglior giovane del 2018, per le sue qualità tecniche, umane e di attaccamento alla maglia. Con l’estrazione dei premi vincenti della lotteria è calato il sipario su una giornata intensa, ricca di giochi ed emozioni e per la quale ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato, organizzato o semplicemente partecipato.

Ubs Foligno Basket – Vigor Matelica 80-93 (24-26, 20-18, 21-23, 15-26)
Foligno: Tosti G. 12, Rath 2, Camacho 14, Sakinis 18, Mariotti 11, Guerrini ne, Tosti F. 1, Anastasi 8, Di Titta, Marchionni 10, Marani ne, Nikoci 4. All. Foligno
Matelica: Mbaye 10, Rossi 9, Trastulli 5, Boffini 14, Tarolis 21, Sorci 14, Vissani 12, Vidakovic 8, Selami, Pelliccioni



Commenti