Menu sport


Fine anno, tempo di bilanci. Il 2018 per molti rimarrà un anno particolare, probabilmente il migliore dell’era UBS, non soltanto per i successi della prima squadra, ma anche per le tante iniziative messe in piedi e per il crescente numero di tesserati e di appassionati che si sono avvicinati alla pallacanestro ed al nostro movimento.
E’ stato l’anno della vittoria del campionato, ottenuta dopo 5 gare di finale tirate disputate contro gli avversari di sempre, il Perugia Basket, che al terzo anno siamo riusciti a battere: dopo essere stati eliminati 2-0 in semifinale nel 2016, dopo aver perso 3-1 in finale lo scorso anno, finalmente siamo riusciti ad imporci, sollevando il trofeo al Pala Foccià, quando ormai forse in pochi credevano potessimo farlo. Una sfida giocata da due squadre giovani, composte per la maggior parte da ragazzi cresciuti nei rispettivi vivai e che ha regalato momenti di grande pallacanestro e sano agonismo.
E’ stato anche l’anno degli spareggi di Ferentino, che ci hanno visto incredibilmente e contro ogni pronostico sfiorare la promozione diretta in serie B, dopo le indimenticabili sfide con Pozzuoli e Corato: rimane il ricordo di tre giorni vissuti da squadra vera, tra sessioni video in albergo, gare e momenti di attesa, terminati nello spogliatoio del palasport laziale, con i ragazzi esausti, commossi ed orgogliosi dopo un lungo e meraviglioso cammino che in ogni caso ci ha regalato la promozione in serie C Gold. Una nuova sfida raccolta subito con entusiasmo dallo staff e dalla dirigenza folignate che in estate ha lavorato duramente per fare fronte ad alcune partenze importanti e per inserire giocatori adatti ed utili alla causa. Sono quindi arrivati Paulius, Nuno, Eraldo ed Alessandro, primi veri “oriundi” in maglia bianco azzurra e si è consolidato il gruppo rimasto che già da agosto ha iniziato a lavorare duramente riuscendo a giocare fino ad oggi, che è terminato il girone di andata, un ottimo campionato, mostrando a più riprese tutto il suo “spessore”.
Il 2018 ha visto poi consolidarsi il rapporto con i “Falcons” di Antonio Savoia, oggi a tutti gli effetti facenti parte della stessa famiglia UBS, che sta riempiendo palasport e palestre cittadine con centinaia di bambini in canotta bianco azzurra, pronti a sperimentare giochi, gare e ogni nuovo stimolo che gli istruttori col sorriso quotidianamente riescono a dare.
L’UBS si è avvicinata anche all’altro importante movimento cestistico di Foligno, ovvero il Basket Saphira di Milena Zugarini e Pino Lagioia, con cui si sono uniti gli sforzi allestendo due squadre giovanili, per poter crescere maggiormente ed essere più competitivi soprattutto nei campionati interregionali e di eccellenza. A guidare e supervisionare le squadre under 16, under 18 e tutto il settore giovanile è stato poi chiamato coach Paolo Pierotti, altro innesto di valore che è stato aggiunto ad uno staff già valido per sviluppare il più possibile il vivaio e fare in modo che dalle giovanili possano “uscire” sempre più ragazzi pronti per il grande salto tra i “senior”.
Queste solo alcune delle tante cose messe in piedi nel 2018 dalla società presieduta da Andrea Sansone, tra le oltre 200 gare giocate, tornei, progetti nelle scuole, manifestazioni e camp. Come immagine finale da ricordare la giornata “Siediti e Gioca” organizzata in collaborazione con il Basket Disabili Foligno, con i quali l’UBS è più vicina che mai. Un’immagine che mostra quanto lo sport e la pallacanestro a Foligno, grazie allo sforzo di tutti, sta facendo passi da gigante. Una giornata che la scorsa estate ha visto richiamare attorno al campo di basket allestito in Piazza della Repubblica migliaia di persone tra curiosi, appassionati, addetti ai lavori. Un ringraziamento va ovviamente anche agli sponsor che rendono tutto questo possibile, dai più grandi ai più piccoli.

Auguri a tutti di un ottimo 2019: che possa essere sempre pieno di passione e voglia di portare avanti i progetti in cui si crede, qualunque essi siano, come noi proviamo a fare ogni giorno dell’anno.
Buon anno a tutti!



Commenti