Menu sport



Finisce con una vittoria fuori casa la stagione della Lucky Wind Under 18. Nell’ultima di campionato i ragazzi di coach Pierotti (prossimo allenatore della Prima Squadra in Serie C Gold) impongono fin dai primi minuti i propri ritmi alla gara e cercano di creare un gap contro una combattiva Ellera. Molti gli errori fino al terzo periodo, quando i falchetti iniziano a colpire anche da oltre l’arco dei tre punti e a volare in contropiede, producendo una gran quantità di ottimi tiri. In campo Riccardo Valecchi che dopo tre tiri sul ferro da oltre l’arco si adegua avvicinandosi al canestro e realizzando in arresto e tiro facendo esplodere il palazzetto. Ora i lavori continuano in casa UBS, rivolti soprattutto al miglioramento individuale sia tecnico che fisico dei ragazzi coinvolti nel progetto.

BASKET ELLERA – UBS FOLIGNO 50-77 (7-21 / 15-17 / 17-16)
BASKET ELLERA: Bacocco 11, Hu, Ricci 2, Riccioni 12, D’Andrea 7, Galigani 4, Cervini 2, Lupo 5, Calderini 3, Liso 2 All. Capponi
UBS FOLIGNO: Valecchi 2, Giovi 12, Ninassi 6, Mazzoli 7, Santarelli 2, Rubbioni, Baldinotti 12, Pandolfi 8, Trabalza 11, Borzetta 3, Brunori 8, Capuccini 4 All. Pierotti

Ultimi atti di una stagione lunghissima anche per gli U13 targati UBS. Nella giornata di martedi 21 Maggio è andata in scena la finale del 3°/4° posto contro Rieti nella bellissima cornice di un Palacestellini di Ponte San Giovanni gremitissimo, dopo la sconfitta in semifinale con il Gubbio, vinta proprio dal Foligno Basket al termine di una rimonta da urlo.

Nella semifinale contro un ostico Gubbio i ragazzi biancoazzurri appaiono molto tesi e bloccati dall’emozione di disputare per la prima volta una finale. I soli Petrini e Fabiani, autori di 13 e 12 pt, riescono a portare punti in cascina per i biancazzurri, mentre i compagni si trovano spesso a ‘litigare’ con il ferro.
Primo quarto chiuso con un ottimo 11-3 dovuto ad una difesa molto concentrata e pronta a chiudere la via del canestro agli avversari.  Seconda frazione di gara invece un po’ più sbadata con molti rimbalzi concessi e seconde possibilità di tiro che hanno portato la partita sul punteggio di 23-22 al riposo lungo.
Da qui in poi l’incontro cambia, i giovanissimi ragazzi dell’UBS perdono fiducia e smettono di fare canestro anche in situazioni molto facili, e questo porta a galvanizzare Gubbio che scappa nel punteggio. Sull’orlo del baratro i biancazzurri trovano la forza per mettere a frutto la grande pressione tutto campo e riaprire una partita ormai praticamente chiusa. Purtroppo ancora molta imprecisione al tiro condanna la rimonta dei falchetti che si fermano a qualche metro dal traguardo.

UBS FOLIGNO BASKET – GUBBIO 47-55
Tirado, Petrini 13, Fabiani 12, Bonifazi 6, Albi 4, Macrì, Proietti, Brunozzi 2, Ragnotti D., Angeli 4, Ragnotti A., Negrini 6.

Nella ‘finalina’ i ragazzi appaiono molto concentrati e vogliosi di rifarsi subito dopo il passo falso. Entusiasmo a mille e pressione asfissiante tutto campo sembrano essere l’arma vincente, ma i falchetti pagano ancora tanta imprecisione e l’unico a segnare con 8 punti filati è Ragnotti. Una chirurgica Rieti (10 punti con 4 tiri dal campo, 2/2 da 2pt e 2/2 da 3pt) ne approfitta scappa subito nel punteggio. I folignati cominciano a vedere i fantasmi della semifinale e perdono fiducia ed intensità, mentre i giovani laziali non mollano la testa della partita. In soccorso dell’UBS arriva il riposo lungo e nello spogliatoio cambia qualcosa: via le facce brutte e dentro quelle “toste”, da duri. La seconda metà di gara riparte con grandissima pressione a tutto campo e voglia di mordere. Rieti sembra reggere fino alla fine, raddoppiando e triplicando capitan Bonifazi. Quando la missione dei verdi di coach Fusacchia sembra stare per concluders, come in tutte le storie con il lieto fine l’epilogo tira fuori gli eroi silenziosi. A 2 minuti scarsi dalla fine, sotto di 6 punti, un rimbalzone di Angeli con canestro riapre i giochi e una tripla da 7 metri di “anduja” Macrì cambia l’inerzia. I falchetti in campo si ‘sdoppiano’ e attraverso difese toste e numerose stoppate arrivano con la palla in mano sotto di 1 a 40 secondi dal gong, dove proprio Angeli trova ancora un appoggio facile che fa gioire il pubblico folignate. Una difesa perfetta con un rimbalzone finale regala il terzo posto ai biancazzurri che esplodono nei festeggiamenti. È stato un anno lunghissimo per questi giovani leoni, terminato con una bella e meritata soddisfazione.

UBS FOLIGNO BASKET – RIETI 41-40
Canuzzi, Petrini 5, Fabiani 4, Bonifazi 3, Bertoldi, Albi 4, Macrì 5, Brunozzi 2, Ragnotti D., Angeli 10, Ragnotti A. 8, Negrini.



Commenti