Menu sport



Conferma il titolo nazionale vinto lo scorso anno a Verbania l’ enfant prodige delle bocce italiane, la quattordicenne folignate Gilda Franceschini.  Opposta in una finale fratricida alla concittadina Chiara Busti, tesserata per la bocciofila Spello, Gilda ha dovuto soffrire le pene dell’ inferno prima di poter alzare il suo urlo liberatorio all’ interno della Bocciofila Verzari di Trevi,  struttura ospite dei campionati italiani juniores di raffa.  Partita coi favori del pronostico,  ma piuttosto bloccata dalla tensione,  la Franceschini si è trovata ad inseguire per buona parte della gara,  anche grazie ad una prestazione superlativa della sua avversaria, salita per la prima volta su un palcoscenico cosi importante ma con le idee ben chiare sulla partita da giocare.  L’ ultima manche parte infatti con la Busti in vantaggio per 11-10. Un accosto perfetto della campionessa in carica costringe l’ avversaria a spendere le sue bocce inutilmente.  A quel punto diventa quasi facile per la Franceschini aggiungere il secondo punto che le consegna il titolo, il terzo consecutivo se consideriamo anche quello del 2017 nella categoria combinato.  Da sottolineare che dalla vittoria dello scorso anno è poi proseguito un cammino di vittorie che ha visto la giovane Gilda primeggiare in gare importanti come San Benedetto del Tronto,  ma soprattutto la prestigiosissima Lady Maranello,  manifestazione che vede in campo le 128 migliori bocciatrici a livello assoluto in Italia.   Da tempo, inoltre,  l’ atleta folignate,  è nell’ orbita drlla nazionale juniores,  come testimonia anche la recente convocazione allo stage di Benevento. Se son rose…

RISULTATI



Commenti