Menu sport



Venti incontri di calcio a cinque iniziati la mattina alle 10.30 e terminati il pomeriggio alle 18.30. Un centinaio di calciatori (e calciatrici), ma anche chi non aveva mai giocato a calcetto prima in vita sua, si sono sfidati, braccialetto al polso, nella giornata di sport e solidarietà che aveva lo scopo di raccogliere fondi per aiutare Deborah Bonucci, la mamma di Sant’Eraclio che ha bisogno di cure costose per sconfiggere il tumore al seno che l’ha colpita qualche tempo fa.

Fra i giocatori che si sono intervallati sul campo di gioco degli impianti sportivi di via Marconi anche il fratello della ‘mamma coraggio’ che si è presentato con una squadra di amici.

Una giornata, promossa dai gestori degli Impianti di via Marconi che hanno messo a disposizione gratuitamente i campi da gioco e dal Centro sportivo Italiano (con gli arbitri non hanno preteso alcun rimborso) dove tutti gli atleti che scendevano in campo pagavano 10 euro che andavano interamente alla giovane mamma. Oltre, naturalmente, alle offerte libere (come ha fatto il rione Croce Bianca che pur non avendo giocato ha comunque contribuito) che sono state versate nella scatola destinata a Deborah. E al termine delle gare sono stati raccolti oltre 1.500 euro.

Queste sono iniziative che ci piacciono e che continueremo a proporre – hanno detto sia il presidente del Csi Giovanni Noli che Mirko Cestellini uno dei titolari degli Impianti Sportivi – Così come abbiamo fatto per l’altra mamma, Pamela per la quale abbiamo proposto una 24 ore di calcio, lo stesso abbiamo fatto per Deborah”.

Ad aprire le “danze” sono stati Pompieri contro vigili del fuoco, il secondo turno ha visto la squadra di Alessio Bonucci e I Granchi Avatori; quindi è stata la volta del rione Cassero con uno scontro tutto interno con Cassero 1 contro Cassero 2, nel quarto turno in campo Bevanati 1 e Bevanati 2. Nel quinto turno sono scesi in campo le società F.C. Arges e Blasone, poi è stata la volta del Real Santuracchiu e Ham Ham, nel settimo turno di scena la sfida di International e Treadim; quindi è stata la volta della sfida fra due squadre di Poste: Città di Castello e Perugia Est, per arrivare al nono turno dove si sono affrontare sempre per Poste Italiane, Assisi Recapito contro la Umbragroup. Nell’ultimo turno in campo due squadre dell’Atletico S. Maria.



Commenti