Menu sport



GABRIELE GRIMALDI – Il cuore, l’impegno e la voglia di fare c’erano. Sono mancate, però, la fortuna, la capacità di creare qualche occasione pericolosa in più e sopratutto l’abilità nel finalizzare. E’ vero, l’impegno era proibitivo, perchè davanti c’era la seconda della classe, ma un po’ di amaro in bocca, per come è andata la partita, resta. Al Foligno Calcio a 5 non basta una prestazione tenace e coraggiosa: al Palaternesi il Futsal Club Cagliari si impone per 0-4.

Eppure i falchetti, disposti col quintetto Carbonari-Reitano-Trapasso-Giardini-Mitake, partono subito bene e dopo appena 11 secondi proprio MItake si incunea bene centralmente ma viene chiuso sul più bello. Il Cagliari, dal canto suo, al 1’06” colpisce già un palo con Saddi che sfrutta un errore difensivo del Foligno. Sembra l’inizio dell’ennesima brutta giornata di stagione, ma così non è, perchè i ragazzi di Cramer tengono botta. Al 2’07” ci riprova Mitake con una spizzata di testa, ma non inquadra la porta, poco dopo Carbonari lancia con le mani direttamente per Reitano che viene anticipato dal portiere avversario in uscita. Il Foligno lotta e si difende bene, quando può punge, come al 6’15” in contropiede tre contro uno, con Krasniqi che però viene servito male. Il gol arriva all’improvviso al 7’55”, su una rimessa laterale: cross preciso per Piaz, il numero 8 si coordina bene e al volo piazza dove Carbonari non può arrivare. La reazione dei falchi arriva dai piedi di Trapasso che impensierisce Setzu con un tiro-cross dalla sinistra (8’10”). Il Cagliari vuole chiudere la pratica al più presto, ma all’8’40” Carbonari dice di no con un grande intervento alla bomba di Serginho. Al 10’17” Trapasso, in panchina, viene ammonito per aver protestato platealmente contro una decisione arbitrale sbagliata (scivolata su Carlopio). Il Foligno ci crede al 13’37” sciupa una grossa occasione: Reitano strappa la palla all’ultimo difensore sardo e tira malamente fuori, non servendo il meglio piazzato Trapasso a due passi dalla porta. Il Cagliari si fa sotto e ci prova al 15’45” con un tiro-cross di Serginho dalla destra che Carbonari fa suo con la protezione di Proietti. I falchetti sono in partita e al 18’21” vanno ancora ad un passo dal pari: numero con la suola di Trapasso e bomba di sinistro, Setzu salva miracolosamente, sulla ribattuta arriva Reitano a botta sicura, ma Setzu gli dice ancora di no. La risposta del Cagliari arriva a pochissimi istanti dalla fine del primo tempo, prima con una puntata di Serginho che costringe anche Carbonari al miracolo, poi con una botta centrale Serpa che il giovane portiere folignate para splendidamente. Nella ripresa il copione non cambia e continuare a regnate grande equilibrio. Al 1’18” Reitano scalda i guantoni di Setzu col mancino, l’azione si capovolge ed è Carbonari a salvare i suoi con la gamba sul destro insidioso di Serginho. Il Foligno attacca e al 2’27” si rende molto pericoloso con Mitake che, lanciato da Trapasso sulla fascia, lascia partire un destro potente che il portiere ospite mette in corner. Nel miglior momento dei falchetti, ecco la doccia gelata del raddoppio cagliaritano con un contropiede letale che mette Piaz a due passi dalla porta sguarnita (5’06”). La squadra di Cramer non molla e va ancora vicina al gol in due occasioni: all’8’52” Proietti recupera palla e mette dentro per Reitano che va in tiro con un colpo sotto, ma Setzu para quanto basta per sporcare la palla sul palo; al 10’10” lo stesso Proietti lascia partire un missile terra-aria che costringe il portiere del Cagliari, coperto da vari giocatori, a distendersi in angolo all’ultimo. Il Foligno comincia ad accusare la stanchezza non riesce più ad imbastire azioni pericolose, mentre il Cagliari fa un buon pressing e si difende con ordine. Cramer prova la mossa Proietti portiere di movimento, ma al 17’39” Serginho chiude la pratica mettendo dentro a porta vuota proprio su una palla persa in attacco, facendo espellere Giardini, reo di averlo colpito molto duramente nel tentativo di fermarlo. Non passano nemmeno 20 secondi (17’56”) e il poker lo sigla Serpa con una bella conclusione sotto la traversa. C’è tempo soltanto per la fucilata al volo di Reitano al 18’18” che sbatte sulla traversa e pone fine alla ‘giornata no’ dei falchetti.

Una prestazione del genere avrebbe meritato ben altre soddisfazioni. Prossimo appuntamento del Foligno Calcio a 5 sabato 6 Aprile sul campo dell’Atletico New Team quinto. Per continuare a sperare nella salvezza.

FOLIGNO CALCIO A 5 – FUTSAL CLUB CAGLIARI0 0-4

FOLIGNO: Carbonari, Reitano, Trapasso, Giardini, Mitake, Panetti, Proietti, Zorzan, Krasniqi, Crescimbeni, Pierotti, Carlopio

All: Cramer

FUTSAL CLUB CAGLIARI: Setzu, Serginho, Lintas, Piaz, Serpa, Saddi, Altenhofen, Kivits da Graca, De Oliveira, Murroni, Cara, Cossu

All: Podda

ARBITRI: Nicola Carbonari di Pesaro e Paolo Gobbi di Macerata, cronometrista Emanuele Roscini di Foligno

MARCATORI: 7’55” pt e 5’06” st Piaz, 17’39” st Serginho, 17’56” Serpa

NOTE: 50 spettatori; al 17’39” st espulso Giardini (F) per fallo diretto; ammoniti: Trapasso, Carbonari (F); falli: 1-0 pt, 5-3 st; tiri liberi: 0-0



Gallery


Commenti