Menu sport



ROBERTO MATTIA – La Tirreno-Adriatico in mattinata è partita da Foligno. La città della Quintana nuovamente ha ospitato una grande corsa ciclistica a tappe: dal 2014 a oggi sono stati vari gli appuntamenti. Sarà la fine di un ciclo, visto che da maggio cambierà anche l’amministrazione comunale.. o no? Quello che è certo è che Foligno ormai è conosciuta ed apprezzata dagli organizzatori delle grandi corse a tappe italiane e di sicuro all’orizzonte ci sono progetti interessanti. Mauro Vegni, direttore eventi RCS, ha commentato nuovamente in maniera positiva l’ennesima “esperienza folignate”: «Qui abbiamo sempre una risposta eccellente e una grande accoglienza. Si è creato un grande feeling che permette di rinnovare questo rapporto. Foligno e il suo territorio sono quelli che negli ultimi sei anni ci hanno visto più presenti tra Giro e Tirreno-Adriatico. Il futuro? Vediamo. Chiaro che che non si può pretendere una presenza fissa, ma se il rapporto è questo…». Per il sindaco Nando Mismetti, come detto, ultimo grande appuntamento ciclistico del suo mandato: «Abbiamo scritto un record per la città ospitando tutti questi eventi dal 2014. Ricordiamoci anche che abbiamo avuto l’onore di essere tappa per il Giro del Centenario. Un ringraziamento va alla Giunta comunale, impeccabile, e a tutti quelli che hanno collaborato. Ci siamo fatti conoscere in tutto il mondo. Queste due bellissime giornate sono il coronamento per una comunità che ama questo sport che ha come valori imprescindibili il sacrificio e la fatica». In effetti la risposta del pubblico in Piazza della Repubblica è stata per l’ennesima volta calorosa ed entusiasta. Tante le presenze lungo le transenne per assistere al rito della firma e poi al via alla volta di Fossombrone per la quarta tappa della corsa. Al mattino, prima della partenza, in Piazza Matteotti spazio alla gimkana dei bambini della U.C. Foligno



Commenti