Menu sport


GABRIELE GRIMALDI – “Con il numero 7 ha raddoppiato per il Foligno Calcio…Emiliano Gjinaj!!!”. Era da tanto, troppo tempo che al Blasone non si sentiva gridare il suo nome tra i marcatori dei falchi. L’ultima volta in Eccellenza, il 7 Ottobre, poi l’1 Novembre nella finale di Coppa l’ultimo gol in assoluto. Ieri, dopo 3 mesi di digiuno, Emiliano Gjinaj è tornato a festeggiare.

Caso vuole che l’ultimo gol in campionato lo aveva siglato proprio una sua ex quadra: “Non segnavo dalla quinta di andata contro la Ducato. E’ passato parecchio tempo…”.

Con la Pontevecchio si è sbloccato dopo un periodo difficile: “Non giocavo da un mese, avevo anche saltato le ultime due del girone di andata”.

Il gol che ha chiuso la partita vale doppio per lui: “Ci tenevo particolarmente a fare bene perchè è tornata mia sorella, che lavora fuori, dopo 4 mesi”.

Non è stato semplicissimo battere la squadra di mister Grilli: “La cosa più difficile è sbloccare le partite, perchè chi viene qua si difende in 9 o 10 dentro l’area e non è facile. Una volta sbloccata la partita, quando si creano gli spazi, siamo devastanti“.

I tre punti aumentano il distacco dalle inseguitrici: “L’importante era vincere, anche perchè lo Spoleto ha pareggiato e quindi ora siamo a +5. E’ stato un bel rientro“.

Miglior inizio del 2019 non poteva esserci: “Cosa mi è piaciuto? Tutto: ,a squadra, la vittoria, il pareggio dello Spoleto…“.



Commenti