Menu sport



Prosegue spedita la campagna di rafforzamento dell’Atletico Foligno in vista del prossimo campionato di Serie A2 di calcio a 5. Tra le “cinghialette” in piena preparazione due volti nuovi: quello di Sabrina Ciacci e di Federica Corboli. In più rimane in bianco-rosso-blù Paola Pace.

Sabrina Ciacci, classe 1998, inizia a giocare a calcio all’età di 6 anni per poi successivamente approdare alla corte della Grifo Perugia, con la quale vince nel 2014 il Campionato Nazionale Primavera. Le ultime stagioni la vedono collezionare presenze in serie A2 prima con l’Angelana e poi con il Perugia Futsal.
Basta uno sguardo per capire che oltre all’ottima giocatrice c’è anche una grandissima persona: “Sono reduce da due anni calcistici non facili, in cui non sono riuscita a trovare la chiave per raggiungere le soddisfazioni che speravo. Nonostante il mio iniziale scoraggiamento, all’alba di questa nuova stagione, ho scelto di sposare il progetto di questa società perché è riuscita a trasmettermi la giusta carica e fiducia. Quello che mi auguro per quest’anno è di trovare finalmente le condizioni ottimali per poter esprimere al meglio le mie caratteristiche sul campo. È per me fondamentale lavorare in un ambiente sereno e credo che a Foligno troverò quello di cui ho bisogno, dal lato umano e sportivo. Sono molto contenta di ritrovare in squadra alcune compagne con cui ho condiviso anni bellissimi alla Grifo. Ho fiducia in questa società e in questa squadra. E sono pronta a dare il mio meglio per dimostrare che siamo all’altezza di questa categoria!”

Dopo la convocazione e l’esperienza con la rappresentativa umbra che l’ha vista protagonista in uno dei goal più belli del torneo delle regioni, Federica Corboli arriva dalla Gadtch 2000 con la voglia di mettersi in gioco e dimostrare che la paura del salto di categoria è solo per i deboli di cuore.
Ha potenza, fisico, grinta e tiro da far invidia ai più e ai meno attenti. Classe 1997, a confermare la linea intrapresa già dalla scorsa stagione, puntare ai giovani talenti umbri.

Paola Pace, arrivata a dicembre 2018, ha la maglia dell’Atletico Foligno cucita addosso: “La voglia di mettermi in gioco, le mie speranze, il mio amore per il calcio, la mia voglia di vivere e condividere, sono espresse al meglio dalla mia squadra e dalla società che mi rappresenta; il Foligno, una grande famiglia!
Non a caso l’incontro con voi è stata la cosa più bella della mia vita. Son sicura che la fiducia della società e il nostro impegno saranno lo spirito e la forza di ogni singola partita perché come sappiamo bene, l’unica via per il successo è il non avere paura di fallire.”



Commenti