Menu sport



Una vittoria strepitosa, incredibile, frutto della volontà, della caparbietà di una squadra che, sì, magari avrà qualche limite, ma che ha tanta voglia di stupire e di regalarsi soddisfazioni in questo difficilissimo girone E del campionato di Serie B. Dopo due immeritatissime sconfitte nelle prime due giornate, il Foligno C5 di Marco Bevilacqua sbanca il PalaLevante per 5-4 superando con una rimonta insperata l’Aemme Savio. Una vittoria pazza, che sembrava irraggiungibile a inizio ripresa, ma che invece si è materializzata grazie alla tripletta (in totale sono quattro i gol nel match) di Santiago Offidani, davvero inarrestabile. Bravi i Falchi a non mollare mai, a crederci sempre e a lottare fino alla fine. Un giusto premio: ora deve iniziare un altro campionato.
L’approccio ancora una volta non era stato dei migliori: nel giro di pochi minuti i laziali scappano sul 2-0 grazie alle reti di Pezzin: la prima frutto di una palla persa evitabilissima, la seconda di una fulminante transizione offensiva. Gara quindi assolutamente in salita, ma il Foligno ha avuto il merito di essere più forte dell’handicap del punteggio: su rigore (concesso per un netto fallo di mano) Trapasso accorcia le distanze. L’Aemme Savio non ci sta e decide di mettere pressione con il portiere di movimento: i Falchi soffrono un po’ ed incassano il 3-1 ad opera di Stefanoni che sfrutta al meglio un pallone filtrante. Negli ultimi scampoli della prima frazione i Falchi (oggi con la nuova maglia) riescono a reagire ed accorciare ancora, con Offidani su tiro libero. Partita combattuta, insomma, con il Foligno chiamato nella ripresa all’assalto. Eppure pronti-via e Stefanoni infila ancora la porta di Carbonari (4-2) sull’ennesima disattenzione difensiva. Sembra un altro sabato maledetto, ma stavolta le cose vanno diversamente. I ragazzi di Bevilacqua non perdono la testa e mantengono il sangue freddo. Ancora Offidani riporta sotto i ragazzi di Bevilacqua per il 4-3 su una bella azione di Krasniqi e Trapasso a circa 4’ dalla fine. L’italo-argentino è in giornata super e si inventa letteralmente il 4-4 che ridà linfa e fiducia ai bianco-azzurri: grandissima botta di punta dai 15 metri in diagonale a mezza altezza e gara di nuovo in parità. Un vero missile. Ma non finisce qui. I laziali schierano ancora il portiere di movimento per provare a trovare il gol della vittoria, ma il Foligno tiene molto bene. La squadra ci crede tanto che a 1’30’’ dalla fine ecco anche il gol del clamoroso sorpasso, ancora firmato da Offidani che in ripartenza arriva a tu per tu con il portiere, con il controllo di suola di destro lo dribbla e deposita in rete di sinistro. L’ultimo minuto è una vera sofferenza: Carbonari tira fuori dal cilindro due grandi parate e nel finale qualche pallone davanti la porta fa venire i brividi, ma regge fino alla sirena il 4-5. Una vittoria incredibile per il Foligno C5, che smuove così la classifica e trova maggiore fiducia. La squadra è sempre stata viva ed oggi è arrivata la dimostrazione concreta, con tre punti messi in cascina.

AEMME SAVIO – FOLIGNO C5 4-5
AEMME SAVIO: Costantini, Stefanoni, Macciocca, S. Medici, Faziani, De Crescenzo, Stoccada, Pezzini, Ramazio, Filipponi, Hata, Tripelli. All.: A. Medici.
FOLIGNO C5: Carbonari, Proietti, Giardini, Krasniqi, Mitake, Trapasso, Offidani, Carlopio, Zorzan. All.: Bevilacqua.
ARBITRI: Schillaci (Enna) e Inserra (Caltanissetta). Cronometrista: Campi (Ciampino).
MARCATORI: 2 Pezzin (A), rig. Trapasso (F), Stefanoni (A), Offidani t.l. (F), Stefanoni (A), 3 Offidani (F).



Commenti