Menu sport



GABRIELE GRIMALDI – Una bellissima festa a tinte viola. Questo doveva essere e questo è stato, con la gentile compartecipazione del meteo, il quale ha risparmiato la C4 e gli illustri ospiti arrivati da Firenze in occasione del Viola Day, giornata organizzata dalla formazione di Sportella Marini per celebrare il gemellaggio tra la formazione capolista in Seconda Categoria e la Fiorentina.

Erano attese tante persone oggi pomeriggio presso gli impianti della C4, e la risposta da parte dei giovani calciatori e delle famiglie è stata davvero buona. Il campo di Sportella Marini era gremito di bambini, ragazzi, genitori e nonni desiderosi di partecipare a questa bella festa, condotta e diretta dallo showman e allenatore della Prima Squadra Giacomo Bicerna, insieme al presidente Paolo Zoppi, molto soddisfatto del successo di questo evento.

A fare la parte del protagonista, però, è stato un ex giocatore di calcio, un autentico campione che tra gli anni ’70 e ’80, vestendo la maglia numero 10, ha deliziato i palati di milioni di tifosi, senza distinzione di squadra: Giancarlo Antognoni.

Il dirigente campione del mondo nel 1982 ed attuale club manager della Fiorentina, nato a Marsciano, è stato presentato da mister Bicerna: “Mi sento emozionato anche io… aveva dei piedi con i quali faceva girare il pallone come volevo. Sono un suo fan apprezzatissimo. Un papà mi ha detto di ricordare che lui era l’unico 10 che la Fiorentina ha avuto e che era il ragazzo che giocava guardando le stelle!”.

L’ex fantasista viola ha tenuto a sottolineare tre aspetti in particolare: “Sono venuto per tre motivi. Inanzitutto perchè l’Umbria è la mia regione natale e venire a Foligno mi fa molto piacere. Il secondo è per l’affiliazione che c’è con questa società e col presidente Paolo che ci dà la possibilità di avere in Umbria una rappresentanza di Fiorentina: credo che per voi sia importante indossare questa maglia, a cui sono molto legato. Ho trascorso tutta la mia carriera con la Fiorentina, non solo da giocatore, ma anche da dirigente: la maglia non si tradisce, anche se oggi sono cambiati i tempi… Il terzo motivo è perchè mi fa piacere salutare i bambini che fanno parte di questo evento e che sicuramente sono appassionati di calcio. A loro favore dico di proseguire e di sognare di poter diventare giocatori veri. Oggi non è facile emergere, solo uno su 24mila riesce…ma credo che per ognuno di voi sia importante fare sport. Il calcio è divertimento e chi è appassionato a questo sport si diverte: per voi bambini deve essere questa la cosa principale. Ho trovato un’accoglienza bellissima e spero che questa società, che ha raddoppiato i suoi numeri e vede 220 partecipanti, possa aumentare sempre di più. Bravo l’assessore che ha messo a disposizione un campo che sarà un fiore all’occhiello per il futuro. Ci vedremo anche il prossimo anno, spero di esserci di nuovo io”.

In ricordo di questa giornata Antognoni ha consegnato una maglia viola di Luis Muriel, attaccante della Fiorentina. In cambio la C4, attraverso le mani della piccola Viola, ha lasciato un dono all’indimenticato campione.

Mister Bicerna ha colto l’occasione per parlare della stagione della sua Prima Squadra, capolista a due turni dalla fine della Seconda Categoria: “L’obiettivo non è solo vincere il campionato, ma anche dare a tutti i bambini e i ragazzi la possibilità di credere che di fronte a loro c’è una squadra che ha la voglia di crescere e la capacità di ambire a risultati grandi. Vogliamo farvi sentire parte di un qualcosa che sta crescendo. Ai genitori chiedo un impegno concreto perchè sono fondamentali per la crescita di questi ragazzi”.

Anche il vice presidente Ruggero Cesaretti ha voluto mandare un messaggio di incitamento alla Prima Squadra: “Probabilmente avremmo dovuto prendere Antognoni come nuovo giocatore per essere sicuri di ottenere successo… Faccio un in bocca al lupo per questi 180′ che mancano alla fine del campionato. Ci hanno già regalato un sogno inaspettato, perchè nessuno si pensava che potesse realizzarsi. Tutto quello che verrà va bene, se si vince ancora meglioBrava C4 che ha accolto Antognoni nel modo più caloroso possibile uno dei più grandi centrocampisti della storia della Serie A“.

L’assessore Graziano Angeli, presente all’evento, ha sottolineato la bontà della crescita progetto C4: “Complimenti alla Polisportiva per i grandi numeri che sta ottenendo e per quello che stanno facendo. Abbiamo iniziato un progetto di riqualificazione importante e stiamo andando avanti alla grande. Da parte delle istituzioni ci sarà massima attenzione. In bocca al lupo alla Prima Squadra per questo finale di stagione. Giancarlo Antognoni? Vedere una persona per cui da bambino attaccavi la figurina sull’album è emozionante… Lo invito a tornare per la prossima stagione calcistica a vedere quelli che saranno gli impianti sportivi“.

Il campione del mondo si è prestato alle numerose foto richieste dalle varie formazioni giovanili, dagli allenatori e da tutti i presenti all’evento di Sportella Marini. Fiorentina, Antognoni e tanto divertimento: la C4 festeggia il Viola Day come meglio non poteva immaginare!

 



Gallery


Commenti