Menu sport



L’annuncio arriva da Facebook: la pattinatrice Sara Spigarelli, appena concluse le prove del campionato italiani in corso a Folgaria (TN), ha ufficializzato il suo addio alla disciplina. Si chiude quindi una bellissima pagina per l’atleta della BSide Roller Foligno. Sara ha chiuso la sua carriera con due bei piazzamenti al campionato italiano: nella categoria Juniores (Short) arriva un 12esimo posto con 67,10 punti, mentre nel Libero un17esimo con 264.20 punti. Una prova insomma positiva, considerato che era la finale dei campionati italiani, in cui la Spigarelli si è confermata tra le migliori.

Questo il post di saluto sul profilo Facebook di Sara Spigarelli

Oggi si conclude il mio ultimo campionato italiano da atleta.
Fiera di aver pattinato veramente con anima e cuore e di aver dato tutta me stessa in quei 4 minuti.
È stato un anno difficile, pieno di sacrifici e di rinunce ma che per passione ho fatto volentieri.
Si concludono 16 anni di agonismo e devo ringraziare in primis i miei due allenatori, Ketty Salatin e Massimo Giraldi perché mi hanno sempre seguita fin da quando avevo 3 anni e senza di loro non sarei mai arrivata a questi livelli.
Grazie Ketty per seguirmi tutto l’anno, per sopportarmi, per sostenermi e per avermi fatto non solo da insegnante di pattinaggio ma anche di vita. Sei un punto fisso della mia vita e grazie a te ho imparato veramente tante cose.
Grazie Massi per essere sempre presente nei momenti più importanti e per prepararmi sempre al meglio in ogni campionato. Mi hai visto veramente crescere (più in larghezza che altezza ahah) e non mi resta che dirti grazie.
Ovviamente questa passione è stata resa possibile sopratutto dai miei super genitori, Anna Maria Guerrieri e Gianluca Spigarelli Gianluca, che mi hanno accompagnato ad ogni allenamento, stage e gara. Mi hanno sempre spronato a dare il massimo ed a non arrendersi mai, neanche di fronte alle grandi ingiustizie di questo sport. Grazie veramente.
Ringrazio inoltre anche Simone Porzi, Federica Mora, Cla Celli e Elisa Santarelli che sono stati sempre molto importanti per me, la mia società, tutti i miei compagni di allenamento, mia sorella Valentina Spigarelli e tutti i miei amici che sono sempre i miei fan numero uno.
Infine mi rivolgo al pattinaggio direttamente che mi ha insegnato il significato del sacrificio, della dedizione, della concentrazione, dell’impegno e, sopratutto, a rialzarsi SEMPRE dopo una caduta.
Da questo momento in poi ci sarà un cambiamento radicale nella mia vita ma non abbandonerò mai questa mia passione e non lascerò mai ciò che mi fa sentire viva ma sicuramente la vivrò in maniera differente.
Nonostante tutto amo e considero ossigeno questo sport.
Grazie di tutto.



Commenti