Menu sport



G. G. – Il calcio in prima linea nella lotta al Covid-19. Non dal campo di gioco, dove non è possibile andare in questo momento per rispettare i divieti imposti dal Governo (#iorestoacasa), ma al di fuori del verde rettangolo, dove i valori fondanti di questo sport continuano a vivere nel cuore di chi lo ama. In questi giorni numerosi sono stati i messaggi di prevenzione e di speranza che i ragazzi del settore giovanile dell’Acd Bevagna hanno pubblicato costantemente nella pagina ufficiale di Facebook e nei vari social del club militante in Prima Categoria, con l’intento di vincere prima possibile la “partita” più importante di questo periodo, quella contro il Coronavirus. Oltre a loro entrano ora in campo anche i genitori giallo-blu: nello specifico le mamme e i papà della formazione “Giovanissimi” del Bevagna, guidati dagli allenatori Rosi Emanuele e Palini Claudio. Proprio i due mister parlano di questa bellissima iniziativa, che li fa sentire orgogliosi di guidare un gruppo numeroso di ragazzi (ben 24), i cui genitori hanno intrapreso la lodevole iniziativa du effettuare, nel proprio ambito, una piccola raccolta fondi da destinare ad una Associazione e finalizzata alla lotta contro il Coronavirus. Questa pur modesta cifra servirà (sotto la foto), infatti, per acquistare nuovo materiale sanitario, così necessario in questa terribile esperienza. Da precisare che l’iniziativa nasce in collaborazione con la Gazzetta dello Sport, il Corriere della Sera e l’emittente La7. Un gesto, quello dei genitori gialloblu, che merita unanime condivisione e massimo apprezzamento e dimostra una particolare e significativa sensibilità. Una iniziativa, fra l’altro, che si sposa perfettamente con il valorizzare quei principi sociali e morali che da sempre hanno costituito una prerogativa del Bevagna.



Commenti