Menu sport



(S.G.) – La Clitunno vince (e convince) contro una Vis Foligno scesa in campo troppo timorosa che non sa approfittare della mancanza di Gjinaj nel reparto offensivo tra le fila dei padroni di casa. Avvio veemente dei locali, il gol di Rosi al 33’pt e il gol del raddoppio al 4’ dei secondi 45’ minuti di gioco. La Vis prende campo e sfiora in almeno tre occasioni la rete per riaprire la gara dopo l’ingresso dei due Fedeli. Nel finale la Clitunno riesce a chiudere il match con Calamita.
Clitunno finalmente continua e senza fronzoli nel proprio gioco e Vis che si rammarica per non avere osato di più nella prima frazione di gara.
Come detto manca Gjinaj che è in panchina per onore di firma. La Clitunno parte a mille e già al 1’ sfiora il gol con Kerjota ma il tiro è bloccato a terra da Agostini. Al 4’ Conti da breve distanza manda fuori del palo lontano. Al 9’ lo stesso Conti segna ma è in fuorigioco. Al 33’ c’è una punizione dal vertice sinistro dell’area per un fallo commesso su Cavadenti. Alla battuta va Rosi che calcia teso verso la porta avversaria. La palla passa attraverso molte gambe, inganna Agostini e s’infila nell’angolo basso lontano.
Al 36’ la svolta del match. Anelli espelle Leonardo Agostini per un intervento pericoloso in mediana su Boraschini. Nella ripresa sale in cattedra Kerjota che al 3’ calcia dal limite e sfiora di un niente la traversa dando l’illusione del gol) e dopo 60 secondi dalla fascia sinistra confeziona un cross teso in area che Conti sotto misura corregge verso la porta avversaria. La palla prima batte sotto la traversa e poi termina in rete. A questo punto Rossi fa entrare i due Fedeli e la Vis a trazione anteriore sfiora il gol all’11’ con Simone Fedeli che dai 30 metri su punizione chiama Cimarelli ad una brillante deviazione in angolo sotto l’incrocio dei pali; al 13’ con lo stesso giocatore che appena dentro l’area chiama il portiere di casa ad una deviazione in acrobazia. La Vis preme pur in inferiorità numerica. Al 32’ Tazza a metri zero manca la deviazione di testa su cross di Poli. Al 36’ Kerjota su punizione dalla trequarti campo trova libero Calamita che di testa coglie la traversa. La punta però è in fuorigioco. Al 40’ segna Calamita ma il gol è tutto merito di un altro ventenne Scarabottini appena entrato al posto di Kerjota. Il sotto quota bianco azzurro supera l’avversario e sulla linea di fondo prima fa fuori altri due difensori e poi serve indietro Calamita che di piatto sinistro mette in rete e poi va a ringraziare il giovane compagno di squadra.

CLITUNNO – VIS FOLIGNO 3-0
CLITUNNO (4-3-1-2): Cimarelli; Lucentini, Bucciarelli (41’st Cuna), Rosi, Campana; Paci, Salvucci, Cavadenti (29’st Baldoni); Kerjota (38’st Scarabottini); Boraschini (21’st Santoni), Conti (32’st Calamita). A disp.: Mariani, Pinchi, Gjinaj, Scavazza. All.: Fabrizio Giusti
VIS FOLIGNO (4-4-2): R. Agostini; Lucaj (1’st Azzarelli), Ziarelli, Acciarresi, Tordoni (9’st Simone Fedeli); Tomassetti (9’st Fabio Fedeli), Gentili, L. Agostini, Aisa (1’st Amici); Iacchettini, Poli. A disp.: Romagnoli, Tazza, Federici, Vinha, Galligari. All.: Mauro Rossi
All.: Mauro Rossi
ARBITRO: Saverio Anelli di Terni. Assistenti: Leonardo Brizioli e Noemi Romoli di Perugia
RETI: 33’pt Rosi, 4’st Conti, 40’st Calamita
NOTE – Espulso 36’pt L. Agostini (V). Ammoniti: Bucciarelli, Tordoni. Angoli: 6-3 (4-1). Recuperi: 2’ e 5’



Commenti